A Montalcino apre la vetrina storica dei mieli italiani

194

La Settimana del Miele di Montalcino, uno degli appuntamenti storici italiani dedicati ai prodotti delle api, si accinge a dare vita alla sua 42° edizione. In programma tre intense giornate di eventi: si inizia venerdì 7 settembre all’interno della Fortezza con l’apertura della Mostra Mercato che sino a domenica presenterà agli amanti del miele la produzione annuale legata alle fioriture primaverili ed estive dei tanti mieli toscani e nazionali. Sabato 8 settembre sarà, come di tradizione, la giornata dedicata agli incontri tecnici per gli apicoltori, utile a fare il punto sullo stato dell’arte dell’apicoltura con particolare attenzione ai nuovi prodotti per la lotta alla varroa, alle produzioni alternative e innovative in apicoltura, al grande tema dei furti degli alveari che negli ultimi anni il comparto sta registrando in tutta Italia, alle contaminazioni e alterazioni che sta registrando la produzione di cera.  Sarà anche occasione per confrontarsi sulla nuova legge della Regione Toscana per l’apicoltura, che si propone come ‘modello’ per le norme regionali a livello nazionale.

Per il grande pubblico appassionato di mieli e dei prodotti dell’alveare, oltre alle degustazioni guidate sulle tante e diverse varietà di mieli, l’invito a partecipare domenica 9, ore 11 in Fortezza, al Minicorso per approfondire il lavoro dell’apicoltore e, alle ore 16, sempre in Fortezza, al Laboratorio “i gusti del miele” con la presenza degli esperti degustatori.

Come a ogni edizione grande attesa per il mondo del miele di conoscere i vincitori del Concorso Internazionale di Montalcino “Roberto Franci” e quale sarà il “Miele del Sindaco” 2018: il premio promosso da Le Città del Miele per segnalare quel particolare miele dell’anno che più di altri porta con sé il suo territorio d’origine.

Condividi