La Puglia vince l’edizione 2017/2018 di BIMBOIL dedicata al paesaggio olivicolo e al turismo sostenibile

168
cof

Medaglia d’oro alla IV B dell’Istituto Imbriani Salvemini di Andria (Bat). Secondo posto per la Toscana con la II A dell’Istituto Statale “Umberto I” di Pitigliano (Gr). Terza classificata la Liguria con la V A dell’Istituto Comprensivo Littardi – Scuola Primaria Vitali di Imperia (Im). La Puglia conquista la medaglia d’oro del Premio Nazionale BimbOil 2017-2018. Ad aggiudicarsi Il gradino più alto del podio dell’edizione 2017/2018 del programma di educazione alimentare promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio, è stata la classe IV B dell’Istituto Comprensivo “Imbriani Salvemini” di Andria in provincia di Andria-Barletta-Trani che con il suo elaborato si è distinta per “l’originalità della tecnica utilizzata e per la completezza ed aderenza al tema”. La medaglia d’argento del Premio BimbOil è andata alla Toscana e in particolare all’elaborato della classe II A dell’Istituto Statale “Umberto I” di Pitigliano (Gr). Terza classificata la Liguria con la V A dell’Istituto Comprensivo “Littardi” – Scuola Primaria Vitali di Imperia. A loro andranno materiali tecnologici ad uso della Scuola. Sono state assegnate anche tre menzioni di merito per la tecnica artistica alla III D dell’Istituto Comprensivo “Guglielmo Oberdan” di Andria (Bat) per la creatività̀ ad un bel lavoro collettivo realizzato dalle classe V delle sezioni E-F-G dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” di Cassano delle Murge (Ba) e per l’innovazione innovazione della II A della Scuola primaria “Leonardo Da Vinci” di Pove del Grappa (Vi). A loro andranno forniture di libri offerti dalla casa editrice Andersen partner del progetto.

I numeri del progetto. Quest’anno BimbOil ha avuto come tema il paesaggio olivicolo ed il turismo sostenibile come Patrimonio indissolubile dell’Umanità, in sintonia con l’istituzione della Prima Giornata Nazionale della Camminata tra gli Olivi e con l’elezione, da parte dell’ONU, del 2017 ad anno Internazionale del Turismo sostenibile. Il progetto ha interessato 12 Regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Hanno partecipato al Concorso 246 classi per un totale di 4.515 bambini coinvolti. I bambini sono stati protagonisti di un viaggio alla scoperta dell’olio extravergine a partire dalla storia millenaria degli oliveti da cui nasce, attraverso laboratori e la creazione di elaborati, i migliori dei quali, sono stati premiati dalla giuria del concorso. Le classi partecipanti hanno realizzato un mazzo di carte che attraverso un percorso-itinerario, aveva lo scopo di far scoprire a potenziali visitatori le peculiarità del territorio di provenienza in relazione alla cultura dell’olio. Ogni card, idealmente collegata ad un luogo del territorio conosciuto dalla classe, ha raccontato con illustrazioni e brevi testi, aspetti peculiari come la tipologia di olivo coltivato e i suoi frutti, i mestieri dell’olio praticati in zona, i tipi di lavorazioni e architetture esistenti in loco, la gastronomia regionale, figure e leggende particolari sempre relative all’olio e al territorio.

Condividi