Migliaia di presenze a Foodies

209

Una folla di visitatori e turisti hanno partecipato ai quattro giorni di “Foodies Festival Castiglioncello – Lo spettacolo del cibo”, che si è svolto a Castiglioncello dal 28 aprile al 1 maggio con l’organizzazione del Comune di Rosignano Marittimo e del Centro Commerciale Naturale di Castiglioncello. Per la quinta edizione si è rivelata vincente la formula della rassegna che propone il cibo popolare in abbinamento allo street food, declinato in incontri tematici e show cooking sul grande palco allestito presso il Castello Pasquini. In particolare gli show cooking sono stati gli eventi più partecipati, con un picco di presenze domenica 29 aprile con il giornalista e conduttore di Raidue Federico Quaranta, che ha introdotto gli chef stellati e raccontato storie ed aneddoti legati al territorio. Nel corso dello show cooking è stato presentato il progetto “Food & Wine Market Place”, finanziato nell’ambito del programma Interreg Italia – Francia Marittimo 2014-2020, che ha permesso la presenza di stand di prodotti dell’area transfrontaliera (Toscana, Corsica, Sardegna e Francia meridionale – Var) quali ostriche, vini e fritture francesi, in tre food truck molto apprezzati dal pubblico, nell’ottica di una vetrina internazionale di eccellenze allestita in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio. Tra gli stand l’ufficio turistico del Comune ha costituito un punto informativo distribuendo il materiale di tutte le associazioni del territorio, anche grazie alla collaborazione degli studenti del corso di accoglienza turistica degli istituti “Marco Polo” di Cecina e “Mattei” di Rosignano, e degli allievi della Scuola Italiana Turismo di Livorno.”Siamo molto soddisfatti che la manifestazione sia diventata un punto di riferimento per migliaia di visitatori, ma anche un’iniziativa condivisa dai ristoratori e da tutti i soggetti del territorio che si impegnano per la sua riuscita – ha affermato l’assessora al turismo a commercio Licia Montagnani – tutte le attività commerciali della frazione hanno infatti mostrato soddisfazione, registrando sold out e presenze notevolmente superiori rispetto alla media del periodo. Ci piace sottolineare la partecipazione degli studenti, che durante il ponte hanno rinunciato al tempo libero per approfittare di un’esperienza formativa sia culinaria che di accoglienza. In particolare la manifestazione, anche grazie al preziosi patrocinio di Regione Toscana, Vetrina Toscana e l’inserimento nel circuito italiano del cibo del Mibact e Ministero  delle Politiche Agricole, ha offerto un’occasione insolita di rivivere il cibo delle nostre origini con la cena romana “A tavola con Trimalcione”, allestita lunedì 30 aprile presso la domus romana del Museo Archeologico, preceduta dalla presentazione del volume “Taste Archeology” da parte della giornalista Cinzia Gorla (Il Telegrafo). I commensali hanno potuto gustare il menù concepito dalla direttrice Edina Regoli con le pietanze realizzate dagli chef Gabriella Pizzi e Mirko Rossi, mentre venivano recitati brani del Satyricon di Petronio a cura di Alessio Pizzech, con la parte di archeologia sonora realizzata da Francesco Landucci e la partecipazione di Sabina Manetti. Tra gli ospiti il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, che ha mostrato apprezzamento per l’intera manifestazione”. La prossima tappa di “Mangiaingiro” è a Castelnuovo della Misericordia sabato 12 e domenica 13 maggio con  “A Maggio c’è il formaggio”, un racconto storico-gastronomico delle tradizioni e tipicità collinari realizzato insieme alle frazioni di  Nibbiaia e Gabbro. 

Condividi