Il Mercato Contadino e artigianale dei prodotti biologici, ogni mese a Campobasso

426

Un gran bello incontro quello, di questa domenica sera, nella sede del Comune di Campolieto, che ha visto la presenza di oltre 30 produttori e trasformatori , tutti all’insegna del biologico. L’iniziativa, organizzata della Condotta Slow Food “Galdina”, ha presentato il calendario delle dieci iniziative che, da Marzo a Dicembre 2018, impegneranno il Mercato coperto di Campobasso  dopo il successo dell’iniziativa di Novembre dello scorso anno,

Torna Il Mercato contadino e artigianale dei prodotti Biologici e tornano gli incontri tra coltivatori e trasformatori di questi prodotti che raccontano un territorio sano, pulito e giusto all’origine di un prodotto sano, pulito e giusto, per dirla con Slow Food.

In programma anche l’organizzazione di gruppi di acquisto solidali, soprattutto nei nostri piccoli centri, dove, una volta chiusi i negozi  dal pullulare dei centri commerciali, non deve mancare la risposta alla domanda di prodotti bio.

E’ solo l’inizio di quel percorso che vede un’avanguardia di produttori stare insieme per non soccombere a scelte e prassi politica che, ogni giorno di più – vantandosi  di arricchire i coltivatori – non fanno altro che costringerli ad abbandonare la propria terra. La ragione prima è la mancanza di reddito, nonostante la cascata di risorse finanziare da parte dell’Unione europea, il vanto del Ministro all’agricoltura degli assessori regionali al comparto che produce cibo, paesaggio e mantiene viva la ruralità.

Un’iniziativa, quella del mercato che ha tutto per crescere ed espandersi, grazie anche alla presenza ed all’azione del Bio – distretto dei Laghi Frentani, l’Associazione, costituitasi di recente a Larino, che conta la partecipazione di 14 comuni e alcune decine di aziende.

Una grande opportunità per entrambe le iniziative nel momenti cui riescono ad esprimere i valori della solidarietà e della reciprocità, dell’unità dei produttori  e degli altri soggetti  protagonisti  di quel cambiamento profondo di un modello, ormai fallito da tempo e tutto  a spese dell’unico tesoro che abbiamo, il territorio. Un modello teso a rilanciare l’agricoltura puntando, con la creazione del  Bio-distretto, sulla sostenibilità espressa da un territorio fortemente vocato al biologico. Un’iniziativa che – ne sono consapevoli i fondatori – ha prospettive se i diversi attori, pubblici e privasti, dialogano e mettono in atto idee, progetti, programmi  e strategie atte a comunicare e valorizzare, con le produzioni biologiche, anche le altre tipicità del territorio per un suo rilancio.

Ecco il significato ed il valore del Mercato contadino e artigianale, per ora a Campobasso, con la possibilità,a nel breve tempo, di renderlo anche itinerante, a partire dalla prossima Fiera di Ottobre di Larino, che si svolgerà nel nuovo padiglione in contrada Monte Arcano.

Grazie Michela e Nicola di Slow Food Condotta Galdina. Evviva la sostenibilità e il cibo biologico, importante per una sana e corretta alimentazione e, anche per un territorio sano, pulito e giusto.

Pasquale Di Lena – ideatore e promotore delle Città dell’Olio – Presidente onorario pasqualedilena@gmail.com

Condividi